Prima prova scritta: le tipologie testuali

studente esame

    Il nuovo Esame di Stato (vedi O.M. 205 dell’11 novembre 2018) ha apportato vari cambiamenti alla prima prova scritta (italiano), valida per tutte le scuole e indirizzi. Scompaiono il vecchio “saggio breve”, che viene sostituito dalla nuova tipologia B, e la vecchia tipologia C (tema storico).

    Per apportare tali modifiche è stata istituita una Commissione di esperti, capitanata da Luca Serianni, linguista e filologo di chiara fama, che ha elaborato un documento di lavoro per la preparazione delle tracce. Il 26 novembre 2018 è stato pubblicato dal MIUR un Quadro di riferimento per la redazione e lo svolgimento della prima prova scritta dell’esame di Stato, che contiene anche gli indicatori generali e specifici per la correzione e valutazione della stessa. Ogni Commissione poi elaborerà una griglia (se non è già stata predisposta dai docenti di ciascuna scuola) con i descrittori e i misuratori. La prova sarà valutata in centesimi, quindi il punteggio ottenuto da ciascun candidato sarà convertito in ventesimi, dato che il voto massimo è stabilito in 20/20.

    I candidati potranno scegliere tra sette tracce proposte, appartenenti a tre diverse tipologie.

    Tipologia A: Analisi e interpretazione di un testo letterario italiano, compreso nel periodo che va dall’Unità d’Italia ad oggi. Saranno fornite due tracce che possano coprire due ambiti cronologici o due generi o forme testuali.

    Tipologia B. Analisi e produzione di un testo argomentativo. La traccia proporrà un singolo testo compiuto o un estratto sufficientemente rappresentativo ricavato da una trattazione più ampia, chiedendone in primo luogo un’interpretazione/comprensione sia dei singoli passaggi sia dell’insieme. La prima parte sarà seguita da un commento, nel quale lo studente esporrà le sue riflessioni intorno alla (o alle) tesi di fondo avanzate nel testo d’appoggio,
    anche sulla base delle conoscenze acquisite nel suo specifico percorso di studio. Per questa tipologia saranno proposte tre tracce.

    Tipologia C. Riflessione critica di carattere espositivo-argomentativo su tematiche di attualità. La traccia proporrà problematiche vicine all’orizzonte esperienziale delle studentesse e degli studenti e potrà essere accompagnata da un breve testo di appoggio che fornisca ulteriori spunti di riflessione. Si potrà richiedere al candidato di inserire un titolo coerente allo svolgimento e di organizzare il commento attraverso una scansione interna,
    con paragrafi muniti di un titolo. Saranno proposte due tracce per questa tipologia.

    Sia per quanto concerne i testi proposti, sia per quanto attiene alle problematiche contenute nelle tracce, le tematiche trattate potranno essere collegate, per tutte le 3 tipologie, agli ambiti previsti dall’art. 17 del D. Lgs 62/2017, e cioè:
    • Ambito artistico
    • Ambito letterario
    • Ambito storico
    • Ambito filosofico
    • Ambito scientifico
    • Ambito tecnologico
    • Ambito economico
    • Ambito sociale

    La durata massima della prova è di 6 ore.

    Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: