Archivi Blog

CONCORSO A CATTEDRA: DALL’11 AL 21 FEBBRAIO LE PROVE SCRITTE

Le prove scritte del “concorsone” inizieranno l’11 febbraio con Infanzia nella sessione del mattino e A017 di pomeriggio, per concludersi con Inglese il 21.
Il calendario ufficiale sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale di martedì 15 gennaio.

Le prove avranno luogo presso istituzioni scolastiche site nei capoluoghi di Regione.

L’elenco delle sedi d’esame sarà pubblicato sul sito del MIUR, nonché sui siti internet degli Uffici Scolastici Regionali competenti a gestire la procedura, il 25/01/2013.

La prova scritta avrà la durata di 2 ore e trenta minuti e si articolerà in quattro quesiti a risposta aperta.

La prova scritta relativa all’insegnamento di discipline scientifiche e tecnico-pratiche (A020, A033, A034, A038, A049, A059, A060 e C430), che prevede anche l’espletamento di una ulteriore prova successiva di laboratorio, nonché le prove scritte relative all’insegnamento di discipline artistiche (ambito 01: classi A025/A028), che prevede anche l’espletamento di una ulteriore prova pratica successiva, avranno la durata di 2 ore e si articoleranno in tre quesiti a risposta aperta.

Le operazioni di identificazione dei candidati avranno inizio alle ore 08.00 per la sessione antimeridiana e alle ore 14.00 per la sessione pomeridiana.

Clicca l’immagine per ingrandire

calendario_esami scritti concorso

[fonte: Orizzontescuola.it]

CONCORSO DOCENTI 2012: ON LINE I QUIZ SU CUI ESERCITARSI PER LA PROVA PRE-SELETTIVA

A partire dalle ore 20 di questa sera il MIUR pubblicherà sul proprio sito i quesiti per esercitarsi per le prove selettive del concorso per docenti, detto anche “concorsone”.

Ecco la nota emanata dal ministero:

OGGETTO: Concorso personale docente – D.D.G. n. 82 del 24 settembre 2012 – Prove preselettive

CALENDARIO DELLE PROVE PRESELETTIVE

A partire dalle ore 20.00, sarà disponibile sul sito del Ministero http://www.istruzione.it e sui siti degli Uffici Scolastici Regionali, l’elenco delle sedi delle sessioni e dei candidati alla prova preselettiva divisi per regione.

Abruzzo
Basilicata
Calabria
Campania
Emilia Romagna
Friuli
Lazio
Liguria
Lombardia
Marche
Molise
Piemonte
Puglia
Sardegna
Sicilia
Toscana
Umbria
Veneto

ARCHIVIO DEI QUESITI

A partire dalle ore 20.00, i candidati potranno prendere visione dell’archivio da cui saranno estratti i quesiti di cui al comma 2 dell’art. 5 del bando di concorso attraverso una procedura che permetterà nello stesso tempo anche di familiarizzare con le modalità con le quali si svolgerà la prova preselettiva. Il simulatore infatti riproduce, in 70 blocchi da 50 quesiti ognuno, le stesse modalità di funzionamento del software che sarà utilizzato nelle aule informatizzate destinate all’espletamento della prova preselettiva.
Il simulatore consente, altresì, a ciascun candidato di avere il riepilogo delle simulazioni già effettuate.
Nei prossimi giorni sarà attivata una funzione che consentirà la segnalazione di eventuali osservazioni sui quesiti presenti nell’archivio.

MODALITA’ DI RESTITUZIONE AL CANDIDATO DI COPIA DELLA PROVA SVOLTA

A partire dal giorno 8 gennaio 2013 il candidato potrà visualizzare la propria prova preselettiva sostenuta in sede di esame, servendosi delle credenziali di accesso al sistema di Presentazione On Line delle Istanze (POLIS) già in suo possesso al seguente link http://archivio.pubblica.istruzione.it/istanzeonline/

Per i candidati non registrati su Polis che hanno comunque sostenuto la prova preselettiva

Il candidato non registrato, qualora desideri visualizzare la propria prova preselettiva sostenuta in virtù di provvedimento giurisdizionale cautelare, dovrà necessariamente procedere ad effettuare la registrazione su POLIS al seguente link http://archivio.pubblica.istruzione.it/istanzeonline/ improrogabilmente entro la data del 28.12.2012

LINK della fonte

QUESTO IL LINK PER ACCEDERE ALL’ESERCITATORE

SCUOLA: NIENTE PIÙ CONCORSI FINO AL 2015

Pare che l’annunciato concorso del 2013, per i giovani aspiranti docenti che devono frequentare il TFA al fine di conseguire l’abilitazione, non ci sarà. Purtroppo non ho molto tempo per verificare la veridicità della notizia, riportata da Tuttoscuola.com, però mi fido.
Quindi, dopo il bando di concorso a cattedre uscito lo scorso 24 settembre, bisognerà aspettare il 2015 per avere un’altra chance. Diciamo che la coerenza non è la dote più spiccata dei ministri dell’Istruzione, nessuno escluso.

Per gli interessati riporto il testo dell’articolo di Tuttoscuola.com.

La lettura del bando di concorso non lascia dubbi, fin dal primo articolo. Non ci saranno altri concorsi almeno fino al 2015.

“Sono indetti, su base regionale, concorsi per titoli ed esami finalizzati alla copertura di 11.542 posti e cattedre di personale docente nelle scuole dell’infanzia, primaria, secondaria di I e II grado, nonché di posti di sostegno, risultanti vacanti e disponibili in ciascuna regione negli anni scolastici 2013/2014 e 2014/2015”.

Tutti i posti disponibili nel prossimo biennio saranno appannaggio, dunque, dei vincitori di questo concorso. Per il concorso riformato di cui aveva parlato molte (troppe) volte il ministro con previsione di emanazione del relativo bando nel corso del primo semestre del 2013 bisognerà attendere che le attuali procedure concorsuali e le successive nomine degli 11.542 vincitori si completino.

Un brutto colpo per i 21 mila corsisti dei TFA che speravano di mettere subito a frutto nel 2013 l’abilitazione appena conseguita. A questo punto, se a meno di ulteriori chiarimenti, sembra che il nuovo concorso con regole modificate potrà essere bandito – nella migliore delle ipotesi – soltanto nel 2014 ed essere espletato nel corso del 2015 con possibili nomine per l’anno scolastico 2015-16.

DOCENTI: USCITO IL BANDO PER I CONCORSI A CATTEDRA. IL TESTO

È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il bando del «concorsone» per assumere 11.542 docenti nel biennio 2013-2014.

I reclutamenti serviranno a coprire il 50% del fabbisogno, mentre l’altra metà sarà soddisfatto attraverso le graduatorie a esaurimento dei precari.

Al concorso possono partecipare i docenti che hanno conseguito almeno un’abilitazione all’insegnamento entro quest’anno. Oppure che abbiano conseguito la laurea alla data del 22 giugno 1999.

L’iscrizione avverrà online, a partire dal 6 ottobre 2012 e fino alle ore 14.00 del 7 novembre 2012. I candidati possono concorrere per uno o più posti, purché nella stessa regione, ovvero per una o più classi di concorso in base alle abilitazioni ottenute in passato.

La prima prova sarà effettuata con i pc, e sarà su base regionale: si tratta di un test con 50 quesiti, di logica, comprensione, lingua straniera e informatica. La seconda prova «scritto-pratica» sarà invece su base nazionale.

PER LEGGERE IL BANDO CLICCARE QUI.

[fonti: MIUR e Corriere]

CONCORSI A CATTEDRA: LE INFORMATIVE DEL MIUR

Riporto il testo della notizia pubblicata su Tuttoscuola.com in data odierna.

Si è svolto ieri – come riportato da vari siti sindacali – un incontro al MIUR sul concorso per i docenti, il cui bando dovrebbe essere varato il prossimo 24 settembre per la successiva pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale e per il quale è previsto un numero di possibili candidati che si potrebbe aggirare sulle 160mila unità.

In attesa che il CNPI esprima il proprio parere sulla tabella di valutazione dei titoli e sui programmi d’esame, il Ministero ha comunque fornito alle organizzazioni sindacali alcune informazioni generali sulle procedure concorsuali.

In particolare, il MIUR ha precisato che potranno partecipare al concorso per la scuola dell’infanzia e per la scuola primaria anche i candidati che hanno conseguito il diploma di scuola o di istituto magistrale entro l’anno scolastico 2001/2002.

Per la scuola secondaria potranno accedere al concorso, oltre a coloro che risultano in possesso di abilitazione, anche i laureati entro l’anno accademico 2001/02 (lauree quadriennali), o 2002/03 (lauree quinquennali) o 2003/04 (lauree sessennali). Comunque, per la scuola secondaria i concorsi saranno banditi solo per le classi di concorso per le quali si prevede la disponibilità di posti.

La prova preselettiva – la novità dei concorsi per docenti – riguarderà quesiti che non avranno carattere disciplinare, ma rigurderanno comprensione del testo, logica, conoscenza lingua straniera comunitaria a scelta fra inglese, francese, tedesco, spagnolo.

Secondo quanto comunicato dal MIUR, inoltre, lo svolgimento della prova avverrà con modalità informatiche, in aule appositamente attrezzate, ubicate nelle università o nelle scuole.

Secondo la Cisl scuola “il quadro che emerge dall’informativa è ben lontano dal soddisfare quelle esigenze di chiarezza che aveva posto come condizione per dare senso e credibilità ad un’operazione importante come quella del riavvio di un canale di reclutamento troppo a lungo inattivo. Il rischio invece è che permanga una situazione estremamente confusa e contraddittoria, destinata ad alimentare tensioni e prevedibile contenzioso”.

LEGGI ANCHE L’ARTICOLO CORRELATO

INTERESSANTE ANCHE QUESTO “RIEPILOGO” PUBBLICATO DA TUTTOSCUOLA.COM

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: