DOCENTI: SEI A RISCHIO BURN-OUT? UN QUESTIONARIO ON LINE TE LO SVELA

stress-lavoro-correlato
Lo Stress Lavoro Correlato è un argomento che mi sta molto cuore e che ho trattato in diversi post, anche facendo riferimento a uno dei massimi esperti in materia: il dott. Vittorio Lodolo D’Oria. (leggi: Cara scuola ti amo da impazzire, Caro ministro ci vuole tutti pazzi?, Perché i prof vogliono andare in pensione prima e L’orario dei docenti raddoppia? L’incubo d’inizio estate).

Lo SLC può portare, nei casi particolarmente gravi, al cosiddetto burn-out. Di che cosa si tratta?

In breve: è l’esito patologico di un processo stressogeno che colpisce le persone che esercitano professioni d’aiuto, qualora queste non rispondano in maniera adeguata ai carichi eccessivi di stress che il loro lavoro li porta ad assumere.

Maslach e Leiter (2000) hanno perfezionato le componenti della sindrome attraverso tre dimensioni:

1. deterioramento dell’impegno nei confronti del lavoro
2. deterioramento delle emozioni originariamente associate al lavoro
3. un problema di adattamento tra persona ed il lavoro, a causa delle eccessive richieste di quest’ultimo.
In tal senso il burn-out diventa una sindrome da stress non più esclusiva delle professioni d’aiuto, ma probabile in qualsiasi organizzazione di lavoro. [definizione e informazioni tratte da wikipedia]

L’insegnamento prevede, infatti, oltre agli aspetti prettamente didattici che sarebbe comunque semplicistico definire “trasmissione di nozioni”, un rapporto stretto tra docente e discente che rientra perfettamente nella categoria di quelle professioni dette “d’aiuto”.

Avendo già parlato in modo diffuso del problema (nei post linkati) e non volendo ripetermi, in questo articolo mi soffermo a trattare di un’interessante iniziativa che parte dall’Università La Sapienza di Roma. La dottoressa Luisa Vianello sta portando avanti una ricerca, nell’ambito del suo dottorato in Psicologia sociale, dello sviluppo e ricerca educativa, e si sta occupando del burn-out degli insegnanti. La sua ricerca è rivolta ai docenti di scuole di ogni ordine e grado, precari e di ruolo (e non soltanto a coloro che già si sentono in burn-out conclamato), e per parteciparvi basta rispondere alle domande di un questionario online.

È possibile partecipare all’indagine fino al 30 settembre, inviando una mail vuota all’indirizzo questionariosapienza@gmail.com. In risposta si riceverà una mail con il link per accedere alla compilazione del questionario, che richiede in media circa 25 minuti (tuttavia è possibile salvare le proprie risposte e riprenderle con più calma e lucidità in un momento successivo). Tutta l’operazione si svolge nell’assoluto rispetto della privacy e in nessun caso sarà possibile risalire all’identità dei partecipanti. (informazioni da La Stampa)

Non conosco direttamente l’iniziativa, anche se ho intenzione di compilare il questionario, né saprei valutarne la validità a livello di ricerca. Tuttavia credo sia doveroso partecipare se non altro per rendersi conto di quali siano i rischi cui andiamo incontro, specialmente se abbiamo alle spalle 30 anni di lavoro.

Lo SLC è una malattia che, come tutte del resto, è meglio prevenire piuttosto che curare.

[immagine da questo sito]

Advertisements

Informazioni su marisamoles

Da piccola preferivo parlare ... oggi mi piace scrivere

Pubblicato il 2 agosto 2014, in docenti, Lavoro, scuola con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: