IL DUOMO DI MILANO VIETATO AI BAMBINI IN GITA

duomo milano
Sono rimasta senza parole nel leggere l’ultimo articolo sul blog del Corriere.it “Scuola di vita”. Protagonista involontario di un episodio di vera discriminazione è il Duomo di Milano, vanto dell’Italia intera. Ma quello che è accaduto, come osserva Monica Fontanelli, maestra elementare di Bologna, è indegno di un Paese civile.

Come ben sappiamo, molte chiese di prestigio in Italia non hanno l’ingresso libero. Non trovo disdicevole far pagare un tot per visitare un luogo di culto che è anche un monumento. In fondo, l’obolo può servire a garantire una maggior sorveglianza e una migliore manutenzione. Purché la richiesta non sia eccessiva oppure non sia vincolata ad altri obblighi.

L’inconveniente occorso ad una scolaresca – bambini di seconda elementare in visita d’istruzione – è davvero incredibile. Due maestre, coadiuvate da alcuni genitori, hanno portato una classe in visita al Duomo di Milano. All’ingresso è stato detto loro che avrebbero dovuto noleggiare un sussidio audio per la visita, al costo di 2 euro per ciascun visitatore. Nella lettera che la signora Fontanelli indirizza al sindaco del capoluogo lombardo Pisapia, si specifica che questa regola viene applicata alle scolaresche e non ai singoli visitatori.

La maestra allora giustamente cerca di spiegare che un sussidio del genere non è adatto ai bambini di quell’età. Poi, vedendo che genitori con figli tranquillamente entravano senza essere costretti a pagare alcunché, propone, con intento tutt’altro che fraudolento, visto che chiede una specie di permesso, che ciascun adulto (oltre alle due maestre erano presenti anche sei genitori, per i 26 scolari) entri in chiesa con qualche bambino, esattamente come se fossero dei gruppi familiari.

Davanti a questa proposta la reazione del personale della Veneranda Fabbrica è stata scioccante: se l’avessero fatto avrebbero chiamato la polizia.

Sono curiosa di sapere quando e se risponderà alla missiva il sindaco Pisapia. Come minimo dovrebbe invitare la scolaresca a Milano e pagare un pranzo a tutti … oltre, naturalmente, a far entrare i bambini gratis nel Duomo.

Annunci

Informazioni su marisamoles

Da piccola preferivo parlare ... oggi mi piace scrivere

Pubblicato il 18 maggio 2014, in bambini, docenti, famiglia, scuola primaria, viaggi di istruzione con tag , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 7 commenti.

  1. Se posso dire, avrebbe dovuto rivolgersi al cardinale o all’arciprete del Duomo, prima che al sindaco… E poi, dai, la trovata di entrare spezzettando il gruppo almeno all’apparenza certo che appare fraudolenta, anche se l’intento non è questo. L’utilizzo del sussidio audio dipende dal fatto che siamo pur sempre in una chiesa e non tutti entrano solo per visitarla. Vero che non è adatto a bambini di quell’età, allora si poteva pensare di fare una spiegazione sul sagrato e un veloce giro all’interno (magari divisi in piccoli gruppi, dopo aver preso opportuni accordi con il personale).

    Mi piace

    • Ma quello che suggerisci alla fine del commento è proprio quello che ha tentato di fare la maestra! Partiamo dal presupposto che la scolaresca volesse fare solo un veloce giro della chiesa, senza approfondimenti particolari, perché obbligare i bambini a noleggiare i sussidi e a pagare 2 euro mentre le famiglie possono entrare con più figli senza pagare nulla? Poi onestamente non capisco perché vincolare proprio le scolaresche al pagamento … posso capire i ragazzi delle superiori ma non bambini di 7 anni.

      Non so se la maestra abbia scritto anche al cardinale o all’arciprete del Duomo ma credo che se scrivesse a papa Francesco riceverebbe sicuramente una risposta in breve tempo. Lo stesso non potrei affermare con sicurezza per Pisapia …

      Mi piace

      • Vero, credo anche io che l’intento della maestra fosse quello che dicevo a fine commento, ma il modo in cui lo ha attuato aveva il sapore di aggirare un regolamento e fatto sotto il naso di chi ti ha appena detto no sembra una presa in giro. Le famiglie credo che abbiano al massimo 2 o 3 bambini, facilmente controllabili…

        Mi piace

      • Monique, ho riletto il post perché temevo di essermi spiegata male ma credo, invece, che tu abbia frainteso.
        Immaginiamo la conversazione tra la maestra e l’addetto alla biglietteria:

        Maestra: Senta, scusi, quei sussidi audio non sono adatti ai bambini, volevamo solo fare un giro veloce in Chiesa. Vedo che le famiglie, anche con bambini, entrano tranquillamente senza pagare nulla. Visto che siamo due maestre e sei genitori, come accompagnatori della scolaresca, non potremmo entrare un adulto con un piccolo gruppo di bambini alla volta?

        Addetto: Guardi che lo fate chiamo la polizia!

        A conti fatti, 8 accompagnatori con 26 bambini fanno un adulto con 3,25 bambini e visto che i bambini non si possono spezzettare in quarti, credo che due adulti sarebbero potuti entrare con quattro bambini e tutti gli altri con tre. 🙂

        Mi piace

      • Detta così non fatico a darti ragione, non voglio però credere che gli inservienti siano stati scorbutici e burocrati senza motivo, bisognerebbe sentire entrambe le campane.

        Mi piace

      • bisognerebbe sentire entrambe le campane, Questo certamente.

        Mi piace

  2. Un altro caso, sempre segnalato dal blog “Scuola di Vita” del Corriere.it

    Questa volta, però, la decisione delle maestre di entrare a piccoli gruppi dall’ingresso riservato ai fedeli e ai singoli visitatori è stata presa in modo arbitrario, dopo aver sentito che i bambini avrebbero dovuto noleggiare una audioguida al prezzo di 5 euro ciascuno (ma non erano 2 euro?).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: