SCUOLA, BASTA CON I “RIENTRI FORZATI” NEL POMERIGGIO

Saturday-School

Questo è il quarto articolo che porta la mia firma sul Blog “Scuola di Vita” del Corriere.it.
Si tratta, in verità, di una sorpresa che la redazione mi ha fatto: era un semplice commento all’articolo precedente in cui si parlava dell’orario scolastico e dell’eventualità di estendere in tutte le scuole italiane la “settimana corta” per concedere agli studenti il sabato libero. Un’opzione per gli allievi del mio liceo e proprio la loro esperienza mi ha spinta ad intervenire … non sono d’accordo e capirete perché.

logo_blog-scuola-di-vita
Ho letto con molto interesse l’opinione di Susanna Mantovani sul tema del sabato a scuola.

Ha ragione: costringere dei ragazzi dai 14 ai 18 anni (parlo degli istituti superiori) a scuola per tante ore è pura follia.

Nel mio liceo alcune classi hanno la settimana corta e devono fare almeno un rientro pomeridiano il che significa che in una giornata hanno ben otto ore di lezione.
CONTINUA A LEGGERE SUL CORRIERE.IT>>>

[immagine dal sito linkato; logo blog “Scuola di Vita” © Corriere.it]

Annunci

Informazioni su marisamoles

Da piccola preferivo parlare ... oggi mi piace scrivere

Pubblicato il 23 febbraio 2014, in famiglia, giovani d'oggi, scuola, studenti con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 9 commenti.

  1. Io sono perfettamente d’accordo con te. Il sabato libero, a scuola, non ha senso, perché significa recuperare le ore nel pomeriggio di un altro giorno.
    Un anno, nella mia scuola, decisero di farci fare solo tre ore il sabato, e aggiungere un’ora in più due volte alla settimana. Io che già uscivo alle 14.15 due volte, mi sono ritrovata ad uscire da scuola a quell’ora quattro volte a settimana. Beh, preferivo cinque ore il sabato. Al massimo si può scegliere (nel limite delle possibilità) di lasciare qualche materia più leggera al sabato, come l’educazione fisica.

    Mi piace

    • La tua esperienza mi sembra un compromesso assurdo tra il sabato libero e la settimana lunga. Se fai tre ore al sabato ma poi ti sciroppi un orario pesante durante la settimana, tanto vale mantenere le 5 ore al sabato.
      Negli ultimi 5 anni di rientri pomeridiani ho visto gente arrivare in ritardo perché, mentre io mangio un tramezzino in sala insegnanti, alcuni allievi se ne vanno tranquillamente in pizzeria o da Mc Donald’s che non è nemmeno vicino. Poi dormono in classe perché come si fa a stare attenti per tre ore dopo aver mangiato una pizza intera o un Mc menù? Negli ultimi due anni è andata un po’ meglio perché tra la fine della 5^ ora e l’inizio delle lezioni pomeridiane la pausa è di soli 50 minuti. Allora si organizzano: prenotano le pizze e se le fanno consegnare a scuola. I più grandi che hanno la macchina prendono le ordinazioni e portano kebab o hamburger per tutti. Poi vicino c’è il cinese … non ti dico gli odori che si mescolano nei corridoi (non hanno un posto dove mangiare, solo dei banchi sistemati al piano terra ma la maggior parte degli studenti mangia in aula). Poi c’è il problema dei rifiuti: il cestino che dovrebbe contenere solo carta, alla fine diventa un immondezzaio e mi tocca pure arrabbiarmi e mandare qualcuno a gettare via il tutto nei bidoni che si trovano in cortile. E non parliamo delle condizioni indecenti in cui si ritrovano i corridoi alla fine della pausa pranzo: pezzi di pizza sparsi dappertutto, bibite rovesciate e cartacce di ogni tipo (non parlo dei miei studenti perché li ho educati in un certo modo, ma degli altri). Vorrei vedere se a casa si comportano così!
      Insomma, se le scuole non sono attrezzate è inutile parlare di sabato libero e rientri pomeridiani. Senza contare che il pranzo per noi insegnanti è a nostro carico. Alla fine dell’anno ci arriva in busta paga un’indennità per la flessibilità oraria … mi pare 13 euro. 😦

      Liked by 1 persona

      • Mi sono dimenticata di dire che per fortuna quell’esperimento durò solo tre settimane. Poi capirono tutti che non poteva andare avanti così e rimisero tutto com’era prima.
        In effetti ci sono tutti quei problemi che hai elencato tu e ai quali non si va a pensare automaticamente quando si considera di fare il sabato libro.

        Mi piace

  2. Anche alle medie ci sono i pomeriggi, ma preferivo di gran lunga fare lezione il sabato mattina, perchè le lezioni pomeridiane sono tragiche e totalmente inutili, avendo di fronte solo ragazzini stanchi, disattenti, impazienti di andarsene si traducono solo in ore di “babysitteraggio”!!

    Mi piace

    • Però in fondo è proprio quello che vogliono i genitori: parcheggiare i pargoli per avere meno noie. Poi, però, pretendono che non vengano assegnati compiti a casa. Insomma, vorrebbero dei figli-automi in grado di rielaborare in completa autonomia qualsiasi contenuto venga immesso nel loro hardware (leggi: cervello). 🙄

      Mi piace

  3. E’ ampiamente dimostrato:più tempo si passa a scuola, meno si studia a casa;questo è grave specialmente alle scuole superiori, perché i ragazzi ,non essendo abituati allo studio individuale e autonomo, poi incontrano problemi all’università

    Mi piace

    • Può essere vero per alcune scuole tecniche o professionali. Ma al liceo le ore sono quelle stabilite dalla riforma e raramente superano le 30 a settimana. Proprio perché il liceo ha meno ore al mattino molti pensano di avere più tempo libero nel pomeriggio. Sgranano gli occhi quando dico che dovrebbero passare sui libri almeno tre ore al giorno.
      Per questo trovo assurda la settimana corta: obbliga gli studenti ad un tour de force almeno per un giorno e solo per avere il sabato libero. Per me il gioco non vale la candela. E poi mi fanno ridere quelli che dicono che 20 ore a settimana per tutte le scuole basterebbero. Ok, ma allora il ministero non ci obblighi a svolgere i programmi assurdi che abbiamo, specie di storia, italiano e latino. A me va più che bene. Ovviamente con uno “sconto” di ore sulla cattedra perché altrimenti dovrebbero licenziare metà insegnanti.

      Mi piace

  4. Articolo citato anche qui e qui

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: