LA PROF AUGURA A TUTTI BUONE FESTE … MA NON DITE CHE SONO VACANZE

bab12
Ok, a Natale dovremmo essere più buoni. Ma ho qualche sassolino da togliermi dalle scarpe e, guarda caso, un buon numero di essi c’entra con le “vacanze” di Natale.

Negli ultimi tempi, non so perché, l’opinione pubblica si è accanita nei confronti della scuola e, in particolar modo, degli insegnanti. Siamo, secondo molti, dei privilegiati: lavoriamo 18 ore a settimana (fosse vero!), abbiamo un’infinità di tempo a disposizione, anche per dare lezioni private e arricchirci, oltre tutto evadendo il fisco (fosse vero anche questo!), una buona metà di noi dovrebbe essere licenziata perché ignorante e fannullona, prendiamo uno stipendio di tutto riguardo, anche troppo alto per quel che facciamo (fosse vero n° 3!), e soprattutto abbiamo tre mesi di vacanze estive, più tutti i periodi di festività durante l’anno (fosse vero n°4!).

Siccome è Natale, mi limiterò a togliermi dalle scarpe il sassolino natalizio.
Da ieri sono iniziate le vacanze di Natale. Ritorneremo a scuola martedì 7 gennaio 2014: sono 16 giorni in tutto (considerando che ieri abbiamo fatto lezione). Tanti giorni. Troppi, forse. Ma se il calendario scolastico ci impone di sospendere le attività didattiche, cosa possiamo fare? Andare a scuola dal 27 dicembre al 31 e poi dal 2 gennaio al 4 (il 5 è domenica e il 6 è festa)?

Ricordo che per qualche anno, quando ero ancora una studentessa e nei primi tempi delle supplenze (mi pare il periodo esatto fosse dal 1978 al 1985), causa l’abolizione della festa dell’Epifania, abbiamo ripreso lezione il 2 gennaio. A parte lo choc, le aule erano semideserte. Considerate che, nonostante l’attuale lungo periodo di vacanza, in alcune classi ieri c’erano parecchi ragazzi assenti perché presumibilmente le famiglie hanno anticipato la partenza.

Quindi, ammesso che si accorcino i periodi di vacanza con l’intento di farci lavorare di più, i primi ad essere scontenti sarebbero proprio i genitori. Magari gli stessi che poi sui forum e nei commenti agli articoli sui quotidiani nazionali, sparano a zero contro la scuola e gli insegnanti, accusandoli di lavorare poco.

Ma, almeno per me, il punto non è questo. Se è vero che le “vacanze” sono per gli studenti e non per i docenti (noi siamo in servizio a tutti gli effetti), perché nessun dirigente ci chiama a scuola nei giorni non festivi? Io ci andrei volentieri, considerato che i miei regali di Natale sono sei pacchi di compiti da correggere (temi, prove di letteratura italiana e latina più una prova sui Promessi Sposi). Sono pacchi belli pesanti (in tutti i sensi), senza nastri e carta colorata. Sono fogli protocollo o formato A3 preparati ad hoc dalla sottoscritta – 150 per l’esattezza -, scritti a mano con grafie a volte da decifrare manco fossero geroglifici, pieni di asterischi che rimandano alla continuazione delle risposte alle domande su un altro foglio, con sottolineature sui testi, in vari colori (altrimenti la stabilo boss che ci starebbe a fare?), che regolarmente mi impongo di ignorare (visto che invito tutti a farsi bastare lo spazio disponibile) ma poi considero lo stesso perché se non lo capiscono … e che dire delle simpatiche chiazzette bianche, non fiocchi di neve bensì macchioline fatte con il bianchetto che è vietatissimo usare … ma se non lo capiscono?

Insomma, fatti i conti, a me non bastano i giorni feriali per correggere tutto, dovrò per forza utilizzare le due domeniche e il giorno dell’Epifania. Quindi, il prossimo che mi dice “buone vacanze” lo uccido. Il vantaggio è che poi finisco in prigione dove non devo preparare compiti né correggerli, né devo fare lezione sgolandomi perché quelli della fila in fondo non sentono, non avrei nemmeno riunioni cui presenziare … ma soprattutto mi chiamerebbero assassina che, di questi tempi, pare sia quasi un complimento, sentiti gli epiteti affibbiati normalmente ai docenti.

Anche se le mie saranno “vacanze” solo sulla carta, AUGURO A TUTTI

BUONE FESTE

Advertisements

Informazioni su marisamoles

Da piccola preferivo parlare ... oggi mi piace scrivere

Pubblicato il 22 dicembre 2013, in auguri, Buon Natale, docenti, famiglia, Lavoro, scuola con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 8 commenti.

  1. Se tu finissi in prigione, sicuramente troveresti il modo d’insegnare anche lì! Comunque, buone feste anche a te e ai tuoi cari.E che i “i compiti ti siano lievi”!

    Mi piace

  2. Auguroni di buone feste, Marisa! 🙂

    Mi piace

  3. Perfettamente d’accordo con te in merito a tutto perchè, e qui ho litigato con una marea di gente, so benissimo che col cavolo che avete tre mesi di vacanza: sarebbe come a dire che quando io ho chiuso il servizio al pubblico me ne vado a casa…magari!!!!
    Però su una cosa dissento: le vacanze non sono nemmeno per gli studenti perchè, almeno per la mia esperienza e per quella che sta vivendo mio figlio, i compiti sono davvero da massacro, altro che recupero psico-fisico! Siamo noi genitori che, come al solito, sacrifichiamo anche i nostri giorni liberi perchè i figli hanno la scrivania piena di compiti da evadere….
    Quindi non sarebbe meglio poter alleggerire un po’ tutto?
    Un bacio, Tatiana

    Mi piace

    • Cara Tatiana,
      il problema è che l’assegnazione dei compiti, specie per le vacanze di Natale che in ogni caso includono molti giorni pre-festivi e festivi, nonché le domeniche, dovrebbe essere dettata dal buon senso degli insegnanti. Purtroppo per molti è più comodo far lavorare a casa gli allievi e riposarsi in classe.
      Personalmente non ho dato compiti per le vacanze (eccezion fatta per latino in quarta, ma solo due versioni e solo perché al ritorno devo interrogare qualcuno che deve migliorare): Sull’argomento sono intervenuta con un commento (Lettore_5228187) sul blog del Corriere (Scuola di Vita), alla cui lettura ti rimando, per non ripetermi.
      Coraggio! Non ti invidio nemmeno un po’. 😉
      Bacioni.

      Mi piace

  4. Dai, ci ritroveremo in prigione, io ogni tanto penso di far fuori Attila, che le patrie galere mi sembrano un luogo di ricreazione rispetto all”interagire con l’individuo!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: