ALTO ADIGE: TERRORISTI SUDTIROLESI SUI DIARI SCOLASTICI

diario scuola
Le scuola stanno per riaprire i battenti e, come spesso accade, negli ultimi giorni di agosto c’è la corsa all’acquisto del materiale scolastico da parte delle famiglie previdenti che vogliono evitare il vero e proprio assalto dei primi giorni di lezione. Ma quale genitore, mi chiedo, comprerebbe per il proprio figlio un diario che, al posto degli “idoli” sportivi e dei miti canori, propone, fra le pagine, le fotografie di terroristi che hanno seminato morte mediante 350 attentati dalla metà degli anni Cinquanta fino alla fine degli anni Ottanta?

Stiamo parlando degli “eroi” sudtirolesi celebrati, con questa insolita iniziativa, da chi da sempre inneggia alla separazione tra i trentini e gli altoatesini. I nomi “eccellenti” sono: Georg Klotz e Sepp Kerschbaumere. Il primo fu condannato a 52 anni di carcere e morì nel 1976, latitante da 15. Il secondo Sepp Kerschbaumere è stato condannato a 15 anni e undici mesi per l’organizzazione di vari attentati.

La stampa di questo singolare, per usare un eufemismo, diario non è una novità: da ben quattro anni, infatti, la figlia di Klotz, detto anche il Martellatore della Val Passiria, lo fa stampare. La signora Eva siede in consiglio provinciale dal 1989.

Il Garante per l’infanzia e l’adolescenza, Vera Nicolussi Leck, assicura che la stampa e la vendita del diario non può essere vietata, anche se gli insegnanti possono impedirne temporaneamente l’utilizzo durante le loro lezioni. Anche il costituzionalista Francesco Palermo dichiara che nelle scuole non può essere vietato materiale di propaganda politica venduto al di fuori di esse.
Da parte sua Sven Knoll, collega di Eva Klotz in consiglio provinciale, appoggia l’iniziativa e chiarisce che, qualora gli insegnanti vietassero agli allievi di utilizzare quel diario, sarebbero comunque dalla parte del torto perché violerebbero la libertà garantita dalla Costituzione.

strumtruppenInsomma, son lontani i tempi del simpatico e ironico Strumtruppen.

[fonte: La Stampa]

Advertisements

Informazioni su marisamoles

Da piccola preferivo parlare ... oggi mi piace scrivere

Pubblicato il 25 agosto 2013, in famiglia, scuola, studenti con tag , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 2 commenti.

  1. Avevo seguito la vicenda di questo diario, la cosa più assurda è che nessuno ha il coraggio di chiamare le cose con il proprio nome…e poi la colpa è sempre della scuola!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: