ECCO A COSA SERVE IL LATINO OGGI …

GiovannaCom’è noto, Papa Benedetto XVI, al secolo Joseph Ratzinger, ha annunciato le dimissioni dal soglio Pontificio a partire dal 28 febbraio. L’ha fatto in occasione del concistoro, leggendo un breve ma commosso comunicato in Latino.

Fin qui, non c’è nulla di nuovo. Si sa che il Papa dimissionario ama comunicare in Latino (ha da poco iniziato anche a “cinguettare” su Twitter nella lingua madre della Chiesa cattolica), nonostante da decenni anche in Vaticano la lingua veicolare, quanto meno nelle comunicazioni non ufficiali, sia l’Inglese. Quello che è apparso notevole, almeno ai giornalisti esperti di scoop, è che la vaticanista dell’Ansa, Giovanna Chirri, abbia praticamente tradotto simultaneamente il testo del messaggio del Papa e, in pochi secondi, abbia preso il telefono per comunicare alla sua agenzia le prossime dimissioni di Ratzinger.

Non un dubbio sulla sua comprensione del testo. E l’agenzia Ansa non ha avuto un solo attimo di esitazione sulla capacità della Chirri di comprendere il Latino (nonostante la pronuncia germanica del Papa, aggiungo io!): ha diramato la notizia senza nemmeno attendere la conferma ufficiale della notizia che ha destato molto sorpresa nel mondo cattolico e non. Erano le 11.46 di questa mattina.

Persino Ryan Lizza, uno dei più apprezzati cronisti di Washington, corrispondente del New Yorker e collaboratore della Cnn, ha lodato lo scoop mondiale compiuto dalla Chirri. I media americani, e non solo, hanno notato con ammirazione l’abilità della giornalista Ansa di «tradurre» dal Latino.

Fra i tanti articoli dedicati allo scoop della Chirri, ne ho scelto uno: quello di Marco Pratellesi per Vanity Fair. Non nascondo che mi ha colpito il titolo: Il Papa, uno scoop e una lezione per tutti: giornalisti, media, studenti.
Tra le altre cose, Pratellesi scrive: «All’agenzia si sono fidati della propria cronista, della sua preparazione, della sua conoscenza del latino. E mentre i colleghi delle altre agenzie e giornali internazionali cercavano di verificare una notizia colta con incertezza dai giornalisti sul posto, l’Ansa ha battuto tutti sul tempo mandando lo scoop sul notiziario:
+++Flash+++ Papa lascia Pontificato dal 28/2 +++Flash+++(Ansa)
E ancora: «Non conosco Giovanna e non so se sui libri di latino abbia faticato o li abbia divorati con passione. Ma è certo che la sua preparazione, la sicurezza nel tradurre dal latino le hanno permesso di fare uno scoop mondiale. […] Giovanna lo sa a cosa servivano quelle ore passate a tradurre i testi latini. Se non lo aveva già capito sui banchi di scuola (ma dubito, visto come si è mantenuta in esercizio), adesso ha potuto dimostrarlo anche al mondo intero.»

Insomma, una bella lezione ai giornalisti e un buon esempio per tutti quelli che ritengono lo studio del latino inutile. Va bene che difficilmente uno studente o studentessa liceale pensa alla carriera di vaticanista quando lancia improperi di ogni genere ai vari Cicerone, Seneca e Tito Livio. Però i complimenti alla signora Chirri e al suo (alla sua?) insegnante di Latino sono più che meritati.

Annunci

Informazioni su marisamoles

Da piccola preferivo parlare ... oggi mi piace scrivere

Pubblicato il 11 febbraio 2013, in Latino, mondo con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 6 commenti.

  1. Complimenti davvero! Mi piacerebbe aver ereditato dal liceo almeno un briciolo delle capacità di questa giornalista, ma, ahimè, pur non essendo tra quelli che insultavano gli autori latini e pur ammettendo (a distanza) che lo studio del latino è servito, ammetto che non provavo una grande passione per la materia… 😦

    Mi piace

  2. certo… e di quanti vaticanisti abbiamo bisogno OGGI in ITALIA secondo lei?
    il latino oggi è utile solo agli insegnanti di latino!!!

    Mi piace

    • A parte i docenti, è utile anche agli allievi. Più di un milione di persone.
      E poi, visto che siamo Italiani e la nostra lingua è neolatina, è utile anche per conoscere le radici del nostro idioma.

      Mi piace

  3. Non penso sia una grande utilità il poter tradurre in fretta i comunicati del Vaticano (anche perché quest’ultimo potrebbe parlare tranquillamente in una lingua corrente senza problemi).

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: