PORDENONE: VIETATI I LEGGINS ALLE STUDENTESSE DELL’ISTITUTO FLORA

leggings-La battaglia dei dirigenti scolastici contro certi capi di abbigliamento si sposta, per par condicio, dai bermuda, vietati ai ragazzi, ai leggins che le ragazze potranno indossare solo con i maglioni convenientemente lunghi.

All’Istituto Flora di Pordenone, frequentato per l’80% da femmine, il nuovo dress-code ha stabilito che indossare i leggins (evoluzione dei pantacollant degli anni Ottanta) è sconveniente, in aula e anche in palestra. Troppo provocanti e sexy se indossati con maglie corte che lasciano scoperto il lato B delle fanciulle. Se proprio non si è disposte a rinunciarvi, molto meglio portarli con maglioni lunghi che coprano sedere e cosce.

La delibera del consiglio di istituto è stata votata all’unanimità il 10 ottobre scorso. Il fatto che tutti si siano dimostrati d’accordo nel mettere al bando i leggins, di gran moda negli ultimi anni, dovrebbe costituire un fatto eccezionale, visto che nel consiglio di istituto sono presenti i rappresentanti di tutte le componenti, compresi genitori e allievi.
Il regolamento approvato è molto dettagliato in fatto di abbigliamento: «È vietato indossare ciabatte, minigonne, canottiere, pantaloncini corti e pantaloni-jeans a vita bassa che lascino scoperto l’abbigliamento intimo o parti del corpo». Oltre ai leggins, naturalmente.

chantal-nardinLe studentesse dell’ISIS Flora, però, sembrano divise: per qualcuna era molto comodo portarli in palestra perché più leggeri dei pantaloni di felpa, visto il caldo che fa. Ma a difendere il nuovo dress-code c’è una studentessa che frequenta un altro istituto del pordenonese, una molto speciale che di moda s’intende un po’: Chantal Nardin, ovvero Miss Veneto 2012. Abituata alle passerelle, sa che a scuola non ci va per sfilare, pur non rinunciando ai leggins: «Li indosso con maxi-maglioni coprenti. E’ una “mise” più raffinata, perché la vera bellezza non si mette a nudo».

Ecco, mi ha tolto le parole dalla bocca. Onestamente non credo che i leggins siano sconvenienti se indossati con una maglia corta, semplicemente non si possono guardare. Si può essere eleganti anche con i pantacollant ma a patto che li si porti con un mini abito o un maxipull. Parola di una prof … elegante.

[fonte: Messaggero Veneto; immagine da questo sito]

Annunci

Informazioni su marisamoles

Da piccola preferivo parlare ... oggi mi piace scrivere

Pubblicato il 30 novembre 2012, in scuola, studenti con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 12 commenti.

  1. anche a scuola di mio figlio i professori erano contrari alle bermuda,a settembre qui faceva ancora caldo…..cmq trovo giusto che i ragazzi a scuola abbiano un abbigliamento composto e corretto……no ai leggis con maglie corte, in giro vedo delle ragazzine che sono indecenti…..portati si ma con maglioni lunghi……ciao Marisa

    Mi piace

  2. Ma dai… almeno i leggins lasciateli stare.

    Mi piace

  3. Concordo con te.
    In fatto di abbigliamento, a scuola vedo davvero tanti scempi, cose davvero indecenti! in teoria, il regolamento c’è anche qui, ma se poi nessuno lo fa rispettare…

    Mi piace

    • Sai cosa noto? Che i leggins con le maglie corte vengono indossati con nonchalance dalle ragazze con un fisico non proprio da miss … 😦

      Da noi non c’è alcun regolamento … infatti io, regolarmente, m’incavolo quando vedo i ragazzi con i bermuda e qualcuno anche con le infradito.

      Mi piace

  4. Ah come rimpiango quei bei grembiuli neri e le classi separate!!! E anche i doppi turni. Era l’occasione per lasciar nelle tasche dei grembiuli appesi alle spalliere i bigliettini d’amore. Poi hanno inventato internet e le chat….

    Mi piace

    • Ho indossato il grembiule fino alla terza media ma al liceo non era più richiesto. Però non ho mai trovato bigliettini nascosti, eppure mi piaceva da impazzire questo qui (dalla situazione descritta nell’articolo deduco che non sia cambiato affatto!).

      Quando mio figlio era alle elementari, ho scovato nelle tasche dei pantaloni un bigliettino che gli aveva scritto una bambina colombiana: “Ti amo tanto. Vorrei incontrarti di notte a mezzanotte”. 😯

      Come vedi, anche senza tecnologia qualcuna riesce ad essere intraprendente, anche a 11 anni.

      Mi piace

  1. Pingback: Leggins e grembiuli neri. Per la serie “noi che…” | Frz40's Blog

  2. Pingback: SE L’ABITO NON FA IL MONACO E GLI SHORTS NON FANNO LA SGUALDRINA | Marisa Moles's Weblog

  3. Pingback: IO, UNA PROF CONTRARIA A LEGGINS E BERMUDA | laprofonline

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: