FRANCIA: DIETA PER I MATURANDI CON BONUS PUNTEGGIO. LA PROPOSTA COSTA CARA A DUKAN

Pierre Dukan è un noto nutrizionista francese salito agli onori della cronaca grazie alla sposa di William d’Inghilterra, Kate Middleton. La graziosa consorte del principe, arrivata all’altare vistosamente magra, aveva svelato (o meglio, la madre l’aveva fatto al posto suo) di essere ricorsa alla dieta Dukan. Il regime alimentare consigliato dal nutrizionista è, però, caldamente sconsigliato dai medici in quanto presuppone una dieta iperproteica, non sana per l’organismo. (ne ho parlato QUI)

In questi giorni Pierre Dukan è nuovamente protagonista della cronaca in quanto, tempo fa, aveva proposto di premiare con un bonus, da sommare al punteggio finale, i maturandi che si sarebbero impegnati a perdere peso in vista dell’esame. La proposta, in verità piuttosto una provocazione, sarebbe scaturita dalla presenza di un alto numero di adolescenti francesi in sovrappeso o addirittura obeso.

Dopo la reazione negativa dei pediatri, che considerano la dieta dissociata propagandata da Dukan pericolosa per le adolescenti, anche il ministero dell’Educazione ha bocciato la proposta: «La maturità serve a giudicare le conoscenze degli allievi, non il loro stato di salute». Per questo motivo il nutrizionista dovrà comparire di fronte la Commissione Etica che giudicherà il suo operato che, secondo i medici d’Oltralpe, non sarebbe deontologicamente corretto.

A Dukan viene contestata non solo la violazione dell’articolo 13 del codice deontologico secondo il quale «un medico deve fare attenzione alle ripercussioni sul pubblico di ciò che dice». Visto che le sue diete sono seguitissime e attorno ad esse il giro d’affari è di svariati milioni di euro l’anno, secondo i colleghi la sua attività violerebbe anche l’articolo 19 che sostiene che la medicina «non deve essere praticata come un commercio». Che sia tutta invidia?

Tornando alla proposta di premiare gli allievi che si mettono a dieta in previsione della maturità e che dimostrano di aver perso del peso, io la ritengo assolutamente discriminante. Anche nella scuola italiana è previsto un punteggio da attribuire come credito formativo, ma tutti gli studenti, secondo me, dovrebbero avere le stesse opportunità. Chi è già magro, qualora venisse approvata la proposta di Dukan, sarebbe penalizzato. Proprio per questo motivo non sono favorevole nemmeno all’attribuzione del credito per gli studenti donatori di sangue: non tutti possono esserlo, per motivi di salute, o vogliono, nel caso in cui si sia particolarmente sensibili e si rischi di stare male (c’è chi sviene per un prelievo, non dimentichiamolo).

Insomma, Dukan in Francia sarebbe già stato bocciato. E qui da noi, una proposta del genere sarebbe accettabile?

[notizia da Vanity Fair]

Annunci

Informazioni su marisamoles

Da piccola preferivo parlare ... oggi mi piace scrivere

Pubblicato il 29 marzo 2012, in Esame di Stato, giovani d'oggi, mondo, studenti con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 3 commenti.

  1. Una proposta del genere credo non sia accettabile da nessuna parte: ma sant’Iddio, una ne fanno cento ne pensano! 😯

    Mi piace

  2. Mi sembra follia persino pensarla una cosa del genere!!
    Il problema, però, è che se arrivi a proporlo significa che qualcosa è saltato e questo è preoccupante…

    Mi piace

  3. @ Diemme e Monique

    Effettivamente la proposta è folle.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: