UDINE: CARI PROF, NIENTE ALCOL, PLEASE. PRESIDE DEL MALIGNANI VIETA IL TAJUT

Il Friuli, si sa, è terra del vino. Il prezioso “nettare” è esportato in tutto il mondo e chi abita questa terra non disdegna il tajut che, tradotto, sta ad indicare il calice di bianco o rosso, a seconda dei gusti. Ma ai professori dell’ISIS “Arturo Malignani” di Udine da oggi bere il tajut è vietato, almeno all’interno dell’edificio scolastico.

La Dirigente Scolastica dell’istituto, Ester Iannis, ha vietato la somministrazione di alcolici nel bar interno alla scuola. La decisione è stata così motivata: «Il docente proprio perché è una figura educativa deve far sì che i ragazzi si rendano conto del pericolo che rappresenta il consumo di bevande alcoliche». Nulla da eccepire, considerando che i giovani d’oggi iniziano prestissimo ad assumere alcol (tredici – quattordici anni se non prima) e in Friuli, proprio perché la consuetudine è “ereditata” dagli avi, la diffusione dell’alcolismo nei minori è quasi a livello di allarme.

Il bar del Malignani è aperto anche dalle 20 alle 21 per permettere a chi frequenta i corsi serali, studenti maggiorenni nella totalità dei casi, di assumere un pasto veloce prima di iniziare l’orario scolastico. Anche in questo caso sarà vietata la somministrazione di alcolici. Una decisione che, secondo la dirigente, arriva in ritardo perché si tratta di una norma che avrebbe dovuto essere applicata ben prima.

Una norma e una circolare, quella della professoressa Iannis, che non è stata accolta favorevolmente e ha suscitato non poche polemiche. Ma la dirigente è irremovibile: il consumo di alcolici, che per legge dev’essere vietato ai minori, non può essere tollerato nemmeno per gli adulti, all’interno di un edificio scolastico, proprio perché essi, in quanto educatori, devono dare il buon esempio.

Fin qui la notizia apparsa sul Messaggero Veneto di oggi (articolo firmato da Giacomina Pellizzari). Mi permetto di fare solo qualche commento, essendo anch’io un’insegnante ed avendo prestato servizio in tanti anni in più scuole, la maggior parte delle quali con un bar interno.
Mai, ripeto MAI, ho visto un bar “scolastico” in cui si vendessero alcolici, né agli studenti, ovviamente, né ai docenti, tantomeno al personale non docente o ai genitori presenti a scuola per i colloqui. Onestamente mi stupisco del fatto che al Malignani, istituto in cui ho insegnato un anno, anche se in una sede staccata, nel bar interno si servissero alcolici. Non mi stupisco, invece, dell’iniziativa, doverosa e del tutto condivisibile, presa dalla dirigente. Conosco molto bene Ester Iannis, essendo stata sua collega per dodici anni, quando lei svolgeva la funzione di collaboratrice vicaria. So bene quanto sia precisa e trasparente, quanto tenga al buon funzionamento della scuola e quanto poco si faccia scrupolo delle conseguenze di una sua decisione, che in ogni caso prende con cognizione di causa e assoluta correttezza. In pratica, Ester è un “bulldozer” e credo che lo si debba essere quando si dirige un istituto, a maggior ragione quando la scuola è grande, frequentata da duemila studenti (chiedo anticipatamente scusa nel caso il dato non fosse preciso ma sono certa che il numero è più o meno quello).

Concordo, dunque, con lei: avrebbe dovuto prendere l’iniziativa prima. Ma, come si suol dire, non è mai troppo tardi. E poi ci vuole un po’ di buon senso anche da parte dei professori e degli studenti adulti. Il tajut se lo bevano a casa.

[foto tratta dal Messaggero Veneto]

Annunci

Informazioni su marisamoles

Da piccola preferivo parlare ... oggi mi piace scrivere

Pubblicato il 18 settembre 2011, in docenti con tag , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. 4 commenti.

  1. E pensare che il “carpe diem” invita a “bere il vino goccia a goccia”… A presto, Es.

    Mi piace

  2. Un applauso al “bulldozer” Ester Iannis anche da parte mia: ce ne fossero di persone così!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: